Ginevra

Significato: splendente tra gli Elfi
Origine: celtica
Onomastico: 2 Aprile
Corrispondenze: Segno Zodiacale del Sagittario
Numero portafortuna: 3
Colore: blu
Pietra: zaffiro
Metallo: argento

Diffuso nel Nord e nel Centro a partire dall’ultimo Medioevo, è un nome di matrice letteraria, ma ampiamente popolare, ripreso dalla moglie di re Artù di Bretagna, amata da Lancillotto, tema centrale delle Chansons del ciclo bretone. Il nome si è però diffuso a partire dal Cinquecento grazie all’eroina del poemetto anonimo popolare G. degli Almieri. Creduta morta di peste, G. fu sepolta ancora viva; ripresi i sensi, fu scacciata dal marito che la ritenne un fantasma e fu costretta a rifugiarsi da un giovane che l’amava e di cui divenne sposa. Questa vicenda ha ispirato numerose opere popolari e un film di G. Forzano del 1935. G. soffre di intolleranza che rivolge non tanto all’esterno, nei confronti degli altri quanto verso di lei. Non ama scoprirsi mancante, creatura umana che erra e che ha dei difetti, non sopporta verificare quanto il tempo scorra troppo velocemente e quanto le rimanga ancora da fare. Allora si ripiega su se stessa e soffre. Tuttavia G. possiede una forte fiducia in se stessa così prepotente che le crisi sono solo passeggere.