Gregorio

Significato: sveglio, attivo, vigilante
Origine: greca
Onomastico: 3 Settembre
Corrispondenze: Segno Zodiacale del Leone
Numero portafortuna: 3
Colore: violetto
Pietra: ametista
Metallo: oro

Rifacendosi al nome latino di età imperiale Gregorius adattato dal greco Gregoyios, derivante da un verbo che significa’essere svegli, essere desti’, il nome si è propagato in ambienti cristiani con riferimento all’essere pronti e attivi nel professare e diffondere la fede. E’ stato il nome di sedici papi, tra cui s. Gregorio Magno, vissuto nel VI secolo, che durante il suo papato ottenne la conversione dei Longobardi al cattolicesimo, contenendone parzialmente l’avanzata in Italia: egli raccolse il repertorio dei canti della Chiesa (detti appunto’Canti gregoriani’), riordinò la Schola cantorum, ed è venerato per questo motivo come patrono dei musicisti e dei cantori. La Chiesa festeggia anche s. Gregorio Nazianzeno, vescovo, dottore e confessore in Cappadocia, patrono dei poeti, il 9 maggio; s. Gregorio Nisseno di Nissa in Cappadocia, il 9 marzo; s. Gregorio Barbarigo, vescovo di Bergamo e di Padova, il 16 giugno; s. Gregorio di Tours, cronista francese del VI secolo. Nelle varianti al femminile Gregoria (Gorina e Goretta) si festeggia il 12 marzo. E’ un uomo di intelligenza e di cuore, ama le idee, sa scrutare in profondità e vede lontano. La tenera gioia di vivere, che lo caratterizzava da bambino, lo abbandona nell’età adulta quando si fa spazio una certa gravità. Appassionato di metafisica, scienze astratte, e portato per la ricerca intellettuale, Gregorio si serve delle azioni per verificare le proprie teorie.