Rosangela

Significato: di colore rosa
Origine: greca
Onomastico: 30 Agosto
Corrispondenze: Segno Zodiacale dello Scorpione
Numero portafortuna: 3
Colore: blu
Pietra: zaffiro
Metallo: oro

Al quarto posto per diffusione tra i nome femminili in Italia, il nome si presenta anche in numerose varianti, tra cui si ricordano Rosetta, Rosella, Rosina, le forme abbreviate Rosi e Rosy, l’alterato di matrice spagnola Rosita (in uso anche al maschile), e le forme doppie Rosa Anna o Rosanna, Rosa Maria e Rosa Angela o Rosangela. Il nome, dal greco rodon,’rosa’, è il più diffuso tra i nomi floreali, ed è sorto in Italia a partire dal Medioevo con valore affettivo e augurale ripreso dal fiore, divenuto il simbolo della purezza, della giovinezza, dell’amore. Si è affermato in ambienti cristiani anche per il culto di s. Rosa di Viterbo (città di cui è patrona), francescana che predicò contro le eresie, di s. Rosa da Lima, terziaria domenicana, patrona delle Americhe e delle Indie (la prima cronologicamente tra tutti i santi americani), vissuta in totale misticismo e ascetismo sul modello di s. Caterina da Siena, morta nel 1617, e di s. Rosa Filippini, festeggiata il 17 novembre. Celebre è il ciclo medioevale dei Romanzi della Rosa e famosa la’Guerra delle due Rose’, combattuta per la successione al trono d’Inghilterra, così chiamata perchè le due fazioni portavano stemmi recanti l’uno una rosa bianca, l’altro una rosa rossa. Tra i personaggi celebri si ricordano la rivoluzionaria tedesca Luxembourg (1871-1919); la scrittrice romana contemporanea Rosetta Loy, e, nella letteratura, la Rosina del Barbiere di Siviglia e delle “Nozze di Figaro”, musicate rispettivamente da Rossini e da Mozart. Da bambina Rosa è servizievole, affettuosa, tenerissima, da adulta diventerà una donna aggraziata e dedita all’amore nel senso più ampio del termine: l’amore per la natura, per gli animali, per i bambini, per le persone meno fortunate e per un unico uomo al quale dedicherà la vita intera.