Vincenza

Significato: destinato a vincere
Origine: latina
Onomastico: 5 Aprile
Corrispondenze: Segno Zodiacale dei Pesci
Numero portafortuna: 6
Colore: rosso
Pietra: rubino
Metallo: oro

E’ uno dei nomi a più ampia diffusione in Italia, essendo all’ottavo posto tra i maschili ed è concentrato per lo più al Centro-Sud. Molte sono le forme derivate tra cui Vincenzino e soprattutto quella al femminile Vicenza. Particolarmente usata è la variante Enzo con il femminile Enza. All’origine del nome è il soprannome latino Vincentius che divenne nome personale con valore augurale in ambienti cristiani con significato di “desitinato a vincere il male, il peccato”. La sua diffusione è dovuta soprattutto al culto di s. V. diacono di Saragozza, protomartire spagnolo nel 304, venerato come patrono degli orfani. Tra gli altri santi va ricordato s. V. de’Paoli, cappellano generale delle galere francesi, fondatore delle Figlie della Carità, della Congregazione dei Preti della Missione e dei trovatelli, morto nel 1660. Tra i personaggi storici, il filosofo e politico dell’Ottocento Gioberti; il pittore olandese dell’Ottocento Van Gogh; i poeti Monti (1754-1828) e Cardarelli (1887-1959); il musicista dell’Ottoc ento Bellini; il regista cinematografico Minnelli. Fin da bambino V. è ipersensibile e questa sua caratteristica gli impedisce di superare indenne le piccole difficoltà della vita. Essendo estraneo alle manovre, ai compromessi, ai calcoli, agisce d’impulso seguendo il proprio istinto, il proprio intuito e sovente batte la testa. Tuttavia non si scoraggia mai ma non impara neanche dalle esperienze negative.