Marco

Significato: sacro a Marte
Origine: latina
Onomastico: 25 Aprile
Corrispondenze: Segno Zodiacale del Sagittario
Numero portafortuna: 7
Colore: rosso
Pietra: rubino
Metallo: ferro

E’ un nome molto diffuso in tutta Italia, anche nelle sue varianti, tra cui spiccano i nomi doppi Marco Antonio o Marcantonio, Marco Aurelio, Marco Tullio e il femminile Marcolina. All’origine del nome è l’antico prenome romano Marcus, che era una forma sincopata di Martìcus, derivato da Mars, Marte, con lo stesso significato odierno. Alcuni studiosi di etimologia sono però convinti che, come per Marcello, il nome possa avere una derivazione sassone, con il significato di’martello’o germanica con il significato di’virile’. Alla diffusione hanno contribuito vari santi, il più importante dei quali è s. Marco evangelista, patrono di Venezia, compagno degli apostoli Pietro e Paolo. I nomi doppi hanno carattere di unitarietà e si sono propagati, a partire dal Rinascimento, in onore di personaggi storici di grande rilievo: l’imperatore Marco Aurelio Antonino (161-180 d. C.); l’oratore Marco Tullio Cicerone, fatto uccidere da Marco Antonio nel 43 a. C.; lo stesso Marco Antonio, amante di Cleopatra, morto suicida nel 30 a. C. Tra gli altri personaggi famosi si ricordano il veneziano Polo (1254-1324); il pittore russo del Novecento Chagall; lo scrittore statunitense Samuel Clemens, noto con lo pseudonimo di Mark Twain; il regista Ferreri. L’azione, il pericolo, il rischio sia sentimentale che intellettuale, sono le parole d’ordine di questo errante, amante delle avventure e dei vagabondaggi. Indifferente alle comodità, agli oggetti preziosi, all’accumulo di grandi fortune, Marco non conosce il senso del possesso delle cose e delle persone. In effetti è un infedele incallito. Per nulla preoccupato di arrivare al successo, di ottenere gloria ed onori, Marco è dotato tuttavia di un’intelligenza sottile, di gentilezza, equilibrio e tenerezza.